Navigazione veloce


News

30 Apr 21 - Ripresa lezioni in presenza dal giorno 3 maggio 2021

Come previsto dall’ordinanza comunale n.46 del 29.04.2021, comunico che le attività scolastiche riprenderanno in presenza a partire da lunedì 3 maggio 2021.
L’orario delle lezioni ritornerà ad essere quello precedente la sospensione.
Gli allievi della scuola primaria che per ragioni particolari, debitamente certificate, dovessero continuare ad avvalersi delle lezioni a distanza, le seguiranno a partire dalle 8.45 in poi, con unità orarie di 45 minuti cadauna, mentre quelli della scuola secondaria continueranno a seguire l’orario fin qui osservato in DaD, sempre con la  prevista pausa di 15 minuti ogni ora (8.15- 9.00; 9.15- 10.00 ecc.). 

Al rientro in presenza gli allievi dovranno essere assolutamente muniti della dichiarazione dei genitori relativa al ritorno in classe in sicurezza già presentata al termine del periodo di sospensione precedente [scarica il modulo].
Dichiarazione del medico in caso di contrazione virus a livello personale [allegato 1]
Dichiarazione del medico in caso di contrazione virus in ambito familiare [allegato 2]
Dichiarazione per il rientro del personale scolastico [scarica il modulo].

Colgo l’occasione per augurare un buon 1° maggio a tutti.   Il Dirigente Scolastico.

Di seguito una serie di video dedicati a questa importante ricorrenza.
[Giovanni Masi, ex allievo ed eccellente chitarrista, esegue “Geppetto”]
[Il maestro Stefano Rinaldi esegue alla tromba l’Inno dei lavoratori]
[La festa del 1° maggio negli archivi dell’Istituto Luce]
[Il 1° maggio spiegato ai bambini e ai ragazzi]
[La storia del 1° maggio (disegni di Dario Campagna, voce narrante Simone Salis)] 
[Perché si festeggia il 1° maggio?]

23 Apr 21 - 25 Aprile 2021- 76° Anniversario della Liberazione


Clicca per visualizzare la Locandina con l’inno partigiano
(eseguito da Luciana Zongbi – short version, fonte YouTube)

20 Apr 21 - Safer International Day – Giornata della consapevolezza sull’Autismo

Pubblicati in PHOTO e VIDEO GALLERY i primi lavori realizzati dagli alunni dell’Istituto.

18 Apr 21 - Chiusura scuola e sospensione lezioni dal 19.04.2021

A seguito dell’Ordinanza Sindacale n. 43 del 18.04.2021 si comunica la chiusura degli edifici scolastici e la sospensione delle attività didattiche in presenza a far data dal giorno 19.04.2021 fino a revoca del provvedimento. L’Ordinanza lascia salva la possibilità di svolgere in presenza attività destinate agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali che garantiscano l’effettiva inclusione di tali alunni, demandando comunque agli Istituti Scolastici la valutazione delle specifiche condizioni di contesto.
Il nostro Istituto ha avuto modo di esprimersi sul punto già diverse volte con i comunicati del 28/10/2020, del 16/11/2020 e, da ultimo, del 08.04 u.s., che qui si richiamano integralmente, evidenziando le difficoltà di realizzare l’inclusione con la presenza nei plessi dei soli allievi DA.
Oggi, stante la diffusione dei contagi, aprire la scuola per consentire la presenza solo dell’alunno con disabilità e del docente di sostegno, mentre tutti gli altri sono in DAD, nulla ha a che fare con l’inclusione.
In un incontro di coppia di tal genere il docente di sostegno, soprattutto laddove si evidenziano situazioni di scarsa o mancata interazione già quando vi è la presenza dei compagni, non assume altro ruolo che quello di contenimento, di assistente e non certo quello di facilitatore che contribuisce ad uscire dall’isolamento, aiutando il DA nell’operare in contesti cooperativi e di confronto diffuso.
La scuola comprende la difficoltà delle famiglie. E’ consapevole che tali allievi sono quelli maggiormente penalizzati, ed esprime loro la più grande comprensione e solidarietà. Ci tiene solo a far capire che in questa situazione di isolamento il docente non può svolgere un ruolo che compete ad altri soggetti, quali terapisti, educatori, OSA.
Il rapporto 1 a 1 è infatti solo quello con gli specialisti.
Si è già avuto modo di dire  che i migliori insegnanti di sostegno sono i suoi compagni. Senza di loro che inclusione si realizza? Far “fare scuola” in presenza a tutti i costi (ma, come detto è opportuno parlare di “assistenza”) non appare una scelta ragionevole al cospetto di una più che legittima preoccupazione inerente la salute.
Pur con tutte le innumerevoli precauzioni che la scuola attua, correre il rischio di infettarsi con il virus in questo momento, senza conoscere quale evoluzione potrebbe avere la malattia, appare un prezzo troppo alto da pagare.
Per tale ragione riprendendo l’indicazione di tutte le ordinanze succedutesi nel tempo che demandano agli Istituti scolastici la valutazione delle condizioni di contesto, si ribadisce che, in assenza di compagni di classe, e stante la situazione epidemiologica in atto, molto allarmante, non è possibile consentire lo svolgimento di attività in presenza per i  soli allievi DA e con BES. 
Ancora una volta mi sento di riaffermare quanto ho già sostenuto diverse volte: se i compagni di classe sono a casa per non veder compromesso il loro “diritto alla salute”, è più che ragionevole che tale diritto non sia sacrificato per gli alunni diversamente abili.
Si accolga con favore l’Ordinanza Sindacale ispirata ad un correttissimo principio di precauzione. Lo scorso anno di questi tempi a Solofra c’erano contagi che non superavano le dieci unità, tutti eravamo chiusi in casa e nessuno si sentiva di recriminare; oggi, stando a dati sottostimati, i contagi sono oltre 150, ma nessuno sembra più preoccuparsene.
Come ha avuto modo di ricordare il prof. Galli, la diffusione dell’infezione è estremamente preoccupante (si contano tra il mezzo milione e il milione di contagiati, e si tratta di stime conservative in quanto non tutti i positivi fanno il tempone e scoprono di esserlo) e il dato contrasta fortemente con il segnale di riapertura generalizzata che viene dato in questi giorni.
Esorto i genitori tutti ad avere ancora un pò di pazienza. La salute dei propri figli è un bene che non può essere messo a rischio dal pericolo di contagiarsi con un virus subdolo che ormai non si chiama più Covid 19, ma che, a partire dal SarsCov 2, ha subito una serie di mutazioni che sono tutte da valutare e per le quali non sappiamo se e in che modo gli strumenti messi in atto dalla medicina riusciranno a contrastare.
Vediamo cosa succede almeno questa settimana e poi valuteremo di volta in volta il da farsi.
L’effettiva integrazione la realizzeremo solo se l’alunno DA o BES vedrà in classe altri compagni e non sarà segregato in una situazione di isolamento.
Il Dirigente Scolastico.                 [clicca per l’Ordinanza Sindacale n. 43 del 18.04.2021]      

16 Apr 21 - Chiusura plesso Scuola Primaria Casa Papa sabato 17 aprile 2021

Avendo ricevuto notizia solo nel pomeriggio di oggi di un caso di positività Covid-19, riguardante il personale scolastico che presta servizio nel plesso scuola primaria Casa Papa, e non avendo sufficiente tempo né di effettuare un tracciamento per circoscrivere i contatti, né di richiedere e ottenere un’ordinanza dal Sindaco del Comune di Solofra, si dispone, in via precauzionale,  la sospensione, per la giornata di domani sabato 17 aprile 2021, delle attività in presenza, onde procedere ad una sanificazione straordinaria dell’edificio ed espletare gli accertamenti del caso.
Le lezioni si svolgeranno per tutti mediante DAD.
Della notizia si è provveduto a dare comunicazione agli Enti interessati (Comune e A.S.L.).
Si confida come sempre nella collaborazione e comprensione da parte dei sig.ri genitori per le difficoltà di tracciamento e di gestione dell’attività scolastica derivanti da questa complicata situazione che stiamo vivendo.
 Il Dirigente Scolastico.

16 Apr 21 - Chiarimenti per richiesta DAD

Giungono all’attenzione di questa presidenza continue richieste di prosecuzione della Didattica a Distanza effettuate in virtù di una legittima e comprensibilissima paura di esporsi al rischio di contrarre il virus Covid-19.
Ricordo che  le ragioni che giustificano la concessione della DAD sono solo quelle indicate nell’Atto di Richiamo n. 2 del 28/01/2021 a firma del Presidente della Regione Campania del 28 gennaio u.s. (Atto che nelle Raccomandazioni al punto n. 3 testualmente dispone: “3. che in ogni caso venga disposta, su richiesta, la fruizione dell’attività didattica a distanza agli alunni con situazioni di fragilità del sistema immunitario, proprie ovvero di persone conviventi, o comunque sulla base di esigenze adeguatamente motivate“).
Non rientra, pertanto,  nel potere del Dirigente Scolastico quello di estendere la DAD anche alle/agli alunne/i  le cui famiglie lo richiedano per la preoccupazione di contagiarsi.
Posso far presente che il Codacons lo ha esplicitamente chiesto al Governo ma, ad oggi, non vi sono riscontri: “Il ritorno sui banchi è una ottima notizia per il nostro paese, ma esistono situazioni in cui le famiglie non si sentono ancora pronte a mandare i propri figli in classe – spiega il presidente del Codacons Carlo Rienzi – Pensiamo a chi ha figli fragili o con patologie particolari, soggetti che possono essere considerati a tutti gli effetti a rischio e per i quali le lezioni in presenza potrebbero rappresentare un potenziale pericoloPer tale motivo e considerata la situazione ancora allarmante dei contagi in Italia, riteniamo indispensabile consentire alle famiglie la possibilità di scegliere tra lezioni in presenza oppure in Dad, potendosi le lezioni svolgere in aula ed essere seguite contemporaneamente online o in classe”.

Il Dirigente Scolastico.

Tutte le news...



  • Esami Conclusivi Primo Ciclo Istruzione